BENVENUTI

Umberto Tozzi canta: "A cosa servono le mani, non saprei..."  Già,  effettivamente non lo so a cosa servono, non avendole... Non posso portare anelli, fare la manicure, allacciare la zip dei pantaloni, annodare le scarpe o agganciare i gancetti del reggiseno, ma qualcosa di positivo c'è, ad esempio non ho il problema di slogarmi i polsi o rompermi le falangi.  Quello che posso dire , è che, siccome una persona come me, non viene assunta per lavorare, perché un datore di lavoro non metterebbe mai in prova una persona senza le mani, mi gongolo facendo origami e creandone alcuni nonostante le difficoltà che ogni giorno incrocio sul mio cammino. 

RenéCiampa

Sono René Ciampa, nata nel 1976 nell'hinterland milanese. Dalla nascita ho una disabilità fisica e cioè una malformazione chiamata "focomelia".

Mi reputo una guerriera consapevole delle mie scelte, e mi piace giocare con l'arte e raramente con la scrittura.

Ho avuto un' infanzia come tutti gli altri, frequentando le scuole primarie senza difficoltà, ma nel periodo critico dell'adolescenza qualcosa inizia a turbarmi. La crescita.

Dall'età di venticinque anni la mia vita cambia di netto. Me ne vado per la mia strada, lascio la mia famiglia originaria, nonostante tutto e tutti. Dovevo crescere e scoprire il mondo. Dal 2006 Civitanova Marche entra a far parte della mia vita. Solo nel 2009 mi trasferisco per amore di mio marito, che grazie al suo sostegno, sono riuscita a riprendere in mano le redini della mia vita.

Due riconoscimenti letterari alle spalle. Il Premio Letterario vinto nel 2009 a Montecosaro e il secondo, "Premio Divulgazione" in un concorso internazionale a Firenze.

L’inizio della mia attività artistica nasce proprio qui a Civitanova Marche, tra il 2013 e 2014, allestendo negli anni varie mostre di origami, quilling e pittura, difatti mi reputo un’artista poliedrica.

Ho collaborato con scuole primarie e adoro aprire piccoli laboratori inerenti al mio modo di fare arte.

Queste due tecniche (origami e quilling) me le sono imposte per vedere dove arriva il mio limite artistico, ma voglio lanciare anche un messaggio: Quello di non arrendersi mai, nemmeno davanti a una disabilità come la mia.

Concludo dicendo che "non mi sono mai considerata un artista ma alcuni mi giudicano tale fino a farmi credere che lo sono"

 

intervistaL'intervista: Fatto a mano da chi le mani non le ha

INTERVISTA a RENÉ CIAMPA che mani-festa la sua creatività e la sua passione nonostante tutto…

Continua su ANIMACREATIVA.IT